Chirurgia artroscopica

chirurgia artroscopica articolazioni

L’artroscopia ha rivoluzionato il trattamento delle patologie articolari negli ultimi 30 anni.

Durante questo periodo, un numero crescente di interventi di chirurgia ortopedica ha potuto beneficiare dell’aumento e dei progressi delle tecniche artroscopiche.

Prima questi interventi chirurgici richiedevano ampie incisioni, una durata di ospedalizzazione prolungata ed un lungo periodo di riabilitazione funzionale.

Oggi, grazie alla chirurgia mini invasiva assistita da fibra ottica e video (artroscopia), l’anestesia, il gesto chirurgico ed il trattamento riabilitativo sono molto meno pesanti.

 

L’intervento chirurgico sotto artroscopia

L’artroscopia utilizza uno strumento ottico di 3 o 4 mm di diametro chiamato ottica che è introdotta nell’articolazione attraverso una breve incisione della pelle di circa un centimetro.

Questa fibra ottica è collegata ad un sistema video che permette al chirurgo di esplorare la totalità di un’articolazione su uno schermo di controllo.

Gli strumenti necessari all’atto chirurgico, sono anch’essi introdotti nell’articolazione da un mini-orifizio.

La presenza di soluzione acquosa sterile iniettata all’interno dell’articolazione, consente la distensione della stessa e la possibilità di “guardare dentro” a 360°.

Il chirurgo potrà, allo stesso tempo, realizzare un atto diagnostico esplorando la cavità articolare e realizzare un atto terapeutico grazie alla mini-strumentazione.

La maggior parte delle articolazioni può beneficiare di un intervento chirurgico sotto artroscopia.

 

Artroscopia del ginocchio

L’artroscopia permette di diagnosticare e trattare numerose patologie del ginocchio.

artroscopia-ginocchio

  • Lesioni meniscali;
  •  Lesioni legamentose;
  • Rimozione di corpi mobili;
  • Lesioni cartilaginee;
  • Malallineamenti o instabilità di rotula.

Anche alcune patologie infiammatorie, degenerative o infettive possono essere trattate in artroscopia.

In alcuni casi l’artrosi del ginocchio può esser blandamente trattata con una una pulizia artroscopica dell’articolazione allo scopo di diminuire il dolore.

 

Artroscopia della spalla

La chirurgia della spalla è anche molto accessibile all’artroscopia. Le indicazioni più frequenti sono le patologie della cuffia dei rotatori, alcune tendiniti, le calcificazioni, le instabilità di spalla o lussazioni recidivanti della spalla.

Bisogna però tenere conto che tutte le patologie citate non possono o non devono a tutti costi essere curate artroscopicamente. L’indicazione deve essere decisa di caso in caso.

 

Le altre articolazioni

L’anca, il gomito, il polso ed il rachide possono anche, per alcune patologie, beneficiare dei progressi della chirurgia artroscopica. Ad esempio, la sindrome del canale carpale può essere operata mediante artroscopia.

Ultimo aggiornamento: 28 aprile 2017