Faq protesi anca

Cos’è un’artroplastica dell’anca e quando è indicato l’intervento?

Sono alcuni precisi campanelli di allarme, come un persistente dolore, che fanno propendere per questo tipo di intervento, che va a sostituire l’anca malata con componenti protesiche artificiali.

Cos’è un’endoprotesi d’anca e quanti tipi di protesi esistono?

Le diverse tipologie di protesi d’anca si distinguono sulla base delle caratteristiche stesse dell’impianto protesico (parziale o totale) e rispetto ai sistemi di fissazione della protesi all’osso.

Cosa bisogna fare prima di sottoporsi all’intervento all’anca?

Per prepararsi adeguatamente è senz’altro necessario fare una serie di controlli (visite specialistiche, analisi, esami, radiografie) prima di sottoporsi all’intervento chirurgico.

Quanto dura un intervento chirurgico di protesi d’anca?

L’intervento chirurgico di protesi d’anca ha mediamente una durata di un’ora circa e si suddivide in varie fasi di svolgimento, dalla preparazione del paziente al risveglio, fino al ritorno in degenza.

Quanto dura il ricovero e dopo quanto tempo si cammina dopo l’intervento?

I tempi medi di ricovero post-operatorio sono stimati in 5/6 giorni. Dopo circa 40 giorni dopo l’intervento spesso si può tornare allo svolgimento delle normali attività quotidiane.

Ci può essere allergia ai materiali con cui è fatta la protesi?

Le protesi di ultima generazione sono realizzate solitamente in materiali biocompatibili. Di fronte a casi di allergie particolari a determinati materiali, si può ricorrere a protesi anallergiche.

Quali sono le vie d’accesso per l’introduzione di una protesi d’anca?

Esistono diverse metodologie di’intervento chirurgico con le quali è possibile eseguire la protesizzazione dell’anca malata.

E’ necessaria una fisioterapia postoperatoria?

Il ruolo della fisioterapia è fondamentale sia durante il ricovero che – soprattutto – nella fase post-operatoria.

Sarà necessario andare in un centro di riabilitazione o si può tornare a casa?

La scelta del ritorno a casa o della permanenza in un centro specializzato dipende da molti fattori, tra cui l’età del paziente e le condizioni domestiche e familiari del paziente.

Quali sono i movimenti e le azioni da evitare dopo l’intervento?

Ci sono senz’altro una serie di movimenti (come allacciarsi le scarpe) che vanno evitati per le prime settimane dopo l’intervento.

Quando sarà possibile ricominciare a guidare e a lavorare?

I tempi di recupero sono molto soggettivi. in ogni caso ci vuole almeno un mese per riprendere le principali attività quotidiane.

Che attività motorie o sportive sono permesse dopo l’operazione?

Tendenzialmente sono consigliate attività dolci come il nuoto e da evitare sport da contatto.

Può capitare che la protesi attivi i metal detector negli aeroporti?

Le componenti metalliche della protesi possono attivare i sistemi d’allarme negli aeroporti.

Quanto bisogna aspettare per poter avere rapporti sessuali?

Si può tornare a una normale attività sessuale dopo pochi giorni dopo l’operazione. Le donne potrebbero essere più esposte a lussazione.

La lunghezza dell’arto inferiore può variare dopo artroplastica totale di anca?

E’ possibile riscontrare un leggero allungamento dell’arto operato di circa un centimetro.

Quanto durerà la protesi d’anca?

Si prevede una longevità media di oltre trent’anni per gli impianti protesici di anca che vengono posizionati oggi chirurgicamente.