Protesi anca tempi di recupero

Pubblicato nella categoria Salute e dintorni

Protesi anca tempi di recupero

Una delle domande più frequenti dopo un’operazione all’anca è quali siano i tempi di recupero. È impossibile fornire una risposta precisa e uguale per tutti  in quanto il recupero è strettamente collegato a fattori come:

  • età del paziente;
  • stato complessivo di salute;
  • presenza di altre patologie.

Ecco quindi un esempio di calendario per la ripresa della completa autonomia dopo l’intervento di protesi d’anca, le informazioni sono indicative e vogliono fornire un’idea generale delle tempistiche necessarie.

Operazione all’anca: i tempi di recupero

Giorno 0

Giorno dell’intervento.

 

Giorno 1

Dal primo giorno post operatorio il personale sanitario inizierà una lieve rieducazione articolare a letto.

 

Giorno 2

A seconda delle condizioni del paziente è possibile che venga invitato ad alzarsi e/o camminare con l’ausilio di un deambulatore, nei giorni successivi verranno introdotte le stampelle. La degenza dopo l’intervento di protesi d’anca può durare dai 4 ai 6 giorni a seconda del caso clinico.

 

Giorno 6

Quando il paziente sarà in grado di muoversi utilizzando le stampelle verrà dimesso e proseguirà la rieducazione articolare nella propria città. Il percorso riabilitativo può essere svolto al proprio  domicilio con l’affiancamento di un fisioterapista oppure in un centro di rieducazione specializzato. Al rientro a casa, per il primo mese post operatorio, sarà necessario fare attenzione ai movimenti che possono provocare la lussazione della protesi (fuoriuscita della testa del femore dalla cavità acetabolare). Questa condizione è causata da  particolari movimenti di flessione che vengono accuratamente spiegati dallo specialista.

 

Giorno 20

Dopo circa 35740 giorni per gli uomini è possibile riprendere l’attività sessuale tuttavia è necessario attuare una serie di accortezze per evitare la lussazione dell’articolazione quindi le posizioni in cui si verifica un’eccessiva flessione dell’anca operata in particolare in associazioni a movimenti rotatori. La lussazione dell’articolazione può essere provocata anche da movimenti comuni come per esempio l’eccessivo piegamento dell’articolazione per cui è consigliato utilizzare sedute, come divani e sedie, alte e un rialzo per il water. Infine, se si è soliti dormire su un fianco, è necessario avere l’accortezza di dormire sul lato non operato.

 

Giorno 30/40

Dopo un mese dall’intervento si svolge il primo controllo post operatorio portando in visione le RX dell’anca operata.  L’ortopedico deciderà se l’utilizzo delle stampelle è ancora necessario o se possono essere dismesse,  valuterà la ripresa della guida dell’auto e delle attività lavorative sedentarie.

 

Giorno 60

Per le donne è possibile riprendere l’attività sessuale facendo particolare attenzione alle posizioni in cui l’anca è soggetta ad una flessione eccessiva per scongiurare i rischi di lussazione.

 

Giorno 90

Passati tre mesi dall’intervento generalmente si svolge la seconda visita di controllo. Durante questa visita il medico valuterà se è possibile tornare a svolgere le attività lavorative non sedentarie, le attività domestiche pesanti e le attività sportive di basso impatto come per esempio il golf.

 

Giorno 120

A 120 giorni dall’intervento è possibile riprendere attività sportive come la corsa.

Successivamente il paziente dovrà sottoporsi al controllo annuale durante il quale l’ortopedico specialista dell’anca valuterà la stabilità dell’articolazione operata. Successivamente il controllo ortopedico si svolgerà ogni due anni. Passati 10 anni dall’intervento il controllo tornerà a svolgersi annualmente.

 

Quanto dura la riabilitazione dopo protesi anca?

Complessivamente la durata della riabilitazione dopo un intervento di protesi d’anca può aggirarsi dalle 3 alle 5 settimane e può variare in base all’età, alle condizioni cliniche della persona e alle osservazioni del medico chirurgo. La riabilitazione è necessaria per controllare il dolore, prevenire complicanze causate dall’immobilizzazione, rafforzare la muscolatura.

Si precisa che questo calendario è solo indicativo per dare un’idea approssimativa di quello che sarà il percorso della riabilitazione per tornare a condurre un normale stile di vita. 

Vuoi saperne di più? Consulta le nostre FAQ sulla protesi anca

Informazioni su visita specialistica e sedi chirurgiche

Per sottoporre il tuo caso al Dottor Paolo Filippini o avere maggiori informazioni sulla visita specialistica, sulle sedi chirurgiche e sugli interventi, compila il modulo di contatto con dati richiesti. Riceverai una risposta nel più breve tempo possibile.

* dichiaro di aver letto l'informativa sulla privacy e di acconsentire al trattamento dei dati personali
oppure

Chiama senza impegno il num.

339.1345222