Testimonianze dei pazienti operati dal Dr Paolo Filippini

Antonella F. - 11/6/2014 tramite Facebook

Semplicemente GRAZIE per la professionalità mostrata da Lei e tutta l’equipe in occasione del mio intervento di Lunedì

Monia S. - 13/4/2015 tramite Facebook

Dottore buonasera! Volevo ringraziarla perché lei, la signorina Alessia e tutta la sua equipe siete stati favolosi!!! Tutti cordiali… col sorriso… e tanta serietà… Lei Dottore è il numero uno!!!! Grazie ancora…

Nicola Vincenzo T. - 29/11/2015 tramite Facebook

Da quando mi ha operato al ginocchio sono rimasto contento perché è stato l’unico a risolvere il mio problema. Per me è il numero uno.

Alessandra Z.‎ - 18/2/2016 tramite Facebook

A tre mesi dall’intervento sono molto soddisfatta! Grazie Dottore

‎‎‎Mariateresa O.‎ - 18/6/2016 tramite Facebook

Ho avuto un ottima ripresa post operatoria. Mi sono operata il sabato e il mercoledì ho anche guidato

Iolanda V. - 18/8/2016 tramite Facebook

Grazie prof. per l’amicizia. Sono la figlia di una sua paziente operata ad Aprile, è andato tutto benissimo, la sua equipe è formata da professionisti bravi e preparati. Grazie ancora per tutto quello che fate

Sara S. - 7/10/2016 tramite Email

Tra due giorni saranno passati ben 5 anni dalla mia protesi d’anca. Ricordo quel giorno come uno dei più belli della mia vita. 5 anni fa avevo solo 25 anni. Brevemente riassumo la mia storia. Quando ero più giovane ho praticato rock ‘n roll acrobatico a livello agonistico e il problema ereditario che non sapevo di avere all’anca è gradualmente peggiorato fino a non farmi camminare più.

Tra due giorni saranno passati ben 5 anni dalla mia protesi d’anca. Ricordo quel giorno come uno dei più belli della mia vita. 5 anni fa avevo solo 25 anni. Brevemente riassumo la mia storia. Quando ero più giovane ho praticato rock ‘n roll acrobatico a livello agonistico e il problema ereditario che non sapevo di avere all’anca è gradualmente peggiorato fino a non farmi camminare più.

Ogni visita ortopedica, RX, risonanze ecc che facessi, non mi faceva mai tornare a casa con il sorriso. Ho passato più di un anno e mezzo in cerca di un medico che potesse aiutarmi. Ho girato tutta l’Italia, sono andata fino in Francia per ottenere sempre e solo la solita diagnosi: Coxartrosi e ossa in necrosi.

Nessun medico, però, si assumeva la responsabilità di operarmi perché TROPPO GIOVANE. Il dolore era ormai insopportabile qualsiasi cosa facessi. Negli ultimi periodi non riuscivo nemmeno a piegarmi per allacciarmi le scarpe ed oltre al problema fisico ormai avevo un vero e proprio handicap sociale e soprattutto di coppia. Chi ha problemi all’anca, che sia per cartilagini ormai del tutto consumate, ossa in necrosi, atleti o semplicemente un po’ più in là con l’età e con qualche problemino di osteoporosi, sa di cosa sto parlando.

Finalmente dopo tanta ricerca mi sono imbattuta sul sito del Dott. Filippini. Fin dalle prime visite ho visto subito la disponibilità e l’umanità nel volermi aiutare. La paura era tanta, ma il dolore mi ha fatto prendere quella che è stata LA SCELTA PIU’ GIUSTA CHE POTESSI FARE.

Abbiamo fatto il possibile prima di arrivare alla famosa PROTESI D’ANCA (via testa e collo del femore). Il giorno dell’operazione tremavo ugualmente. Mi sono svegliata dall’anestesia e dopo un paio d’ore ho riacquisito sensibilità lungo tutta la gamba. Già dal giorno successivo le dottoresse hanno iniziato a manipolare la mia gamba, per passare il giorno dopo ancora a camminare con il girello.

Dopo 3 giorni in clinica, mi hanno trasferito in un centro per la riabilitazione dove sono stata seguita meticolosamente in ogni movimento da fisioterapisti giovani e in “gamba”. Le prime due settimane non son state facili, ma ogni piccolissimo miglioramento dal giorno precedente mi dava la forza di impegnarmi e di continuare costantemente nel mio recupero che è avvenuto in tempi piuttosto brevi (dopo un mese e mezzo dall’operazione ero a lavoro).

La mia vita è cambiata grazie ad un piccolo pezzo di ceramica e titanio. Oggi cammino, corro e vado in palestra. Un’anno e mezzo fa mi sono trasferita in Australia. Che dice Dott. Filippini, posso provare a fare surf?

giovane atleta operata di protesi d'anca

Mirco S. - 7/10/2016 tramite Email

Ho sempre avuto la passione della corsa e proprio con questa ho cominciato a sentire che qualcosa non andava. Nel 2007, durante le mie ore di relax (corsa naturalmente), ho iniziato a sentire un dolore o meglio un leggero fastidio nella parte interna della coscia destra. Visto la mia giovane età, solo 34 anni, volevo assolutamente capire da cosa dipendesse.

Ho sempre avuto la passione della corsa e proprio con questa ho cominciato a sentire che qualcosa non andava. Nel 2007, durante le mie ore di relax (corsa naturalmente), ho iniziato a sentire un dolore o meglio un leggero fastidio nella parte interna della coscia destra. Visto la mia giovane età, solo 34 anni, volevo assolutamente capire da cosa dipendesse.

Ho iniziato a peregrinare da specialista in specialista per capire cosa potesse essere quel dolorino. Molte diagnosi (…ernia, infiammazione dei tendini, problemi muscolari…) e poche certezze.

Nel 2010, proprio prima della nascita di mio figlio, ho fatto una risonanza magnetica che evidenziava un problema all’anca di tipo artrosico.

Naturalmente non feci nulla di chirurgico e continuai la vita di sempre.

Uno scricchiolio ha cominciato ad accompagnarmi in maniera sempre più assidua. Avevo un’anca rumorosa più che dolorosa soprattutto in quei movimenti in cui ero costretto a piegarmi.

Mi accorgevo che la mia postura era sbagliata, avevo il bacino ruotato, una gamba più corta dell’altra, appoggiavo tutto il peso sulla gamba sana e camminavo completamente storto. Arrivavo a sera sfinito, completamente cotto, spossato dalla fatica di questo DIFFICILE CAMMINARE senza voglie, nemmeno la voglia di giocare con i miei figli, che, per altro non riuscivo a tenere più in braccio.

Ho fatto ulteriori consulenze, infiltrazioni, vari trattamenti fino a quando i medici mi hanno proposto di rivolgermi ad un posturologo… non ci sono mai andato, stufo di queste continui sistemi palliativi che non portavano a risolvere alla radice il mio problema.

Ho deciso di rivolgermi definitivamente ad un ortopedico… erano passati 7 anni dal quel leggero fastidio al’inguine e ho scelto il Dr Filippini fratello della compagna della cugina della mia compagna… insomma una parentela alla lunga.

Già dopo la prima visita l’esito era chiaro: anca artrosica. Ho fatto ulteriori accertamenti su richiesta del Dr. Filippini solo per avere una reale immagine di come era messa la mia anca.

L’esito non cambiò, anzi… decidemmo di programmare l’intervento di protesi totale dell’anca, unica soluzione, in tempi molto rapidi.

Dell’intervento in sé ricordo molto poco, solo le smartellate che rimbombavano nella schiena.

Il decorso è stato lineare e rapido. Sono tornato a casa dopo una settimana muovendomi con le stampelle , dopo 10 gg ne ho tolta una e dopo altri 10 gg camminavo senza alcun appoggio.

Oggi, a distanza di 3 mesi dall’operazione, non ho alcun dolore; mi guardo allo specchio e mi vedo dritto come un paletto. Giorni fa sfogliavo le foto di prima dell’intervento facendo il confronto ho notato che la mia postura anche in un fermo immagine è notevolmente cambiata, direi un altro modo di muovermi, un’altra fatica insomma un’altra vita.

Patrizia C. - 15/11/2016 tramite Email

Circa 5 anni fa ho cominciato ad accusare dolore all’anca sinistra. Pensavo che tutto fosse riconducibile ad una vecchia lussazione del coccige ed a episodi ricorrenti di lombosciatalgia. Fatte le RX, il medico che all’epoca mi seguiva, mi diagnosticò un’artrosi che rendeva la mia anca simile a quella di una sessantenne in realtà avevo solo 45 anni.

Circa 5 anni fa ho cominciato ad accusare dolore all’anca sinistra. Pensavo che tutto fosse riconducibile ad una vecchia lussazione del coccige ed a episodi ricorrenti di lombosciatalgia. Fatte le RX, il medico che all’epoca mi seguiva, mi diagnosticò un’artrosi che rendeva la mia anca simile a quella di una sessantenne in realtà avevo solo 45 anni.

Decisi di non fare nulla, spaventata da quello che mi era stato detto e dalla soluzione proposta.

I dolori, prima sporadici e localizzati in particolare all’inguine, hanno iniziato ad aumentare progressivamente e con un peggioramento dei sintomi in particolare quando ero seduta. Quando decidevo di alzarmi avevo la sensazione di essere bloccata, non riuscivo ad appoggiare a terra la gamba che rimaneva leggermente piegata ma la preoccupazione maggiore era il fatto di non poter divaricare la gamba.

I disturbi sono aumentati ulteriormente fino a non riuscire a dormire la notte, dolori atroci e lacrime notturne per la disperazione.

Questo il motivo che mi ha fatto decidere, dopo 5 anni, di rivolgermi nuovamente ad un ortopedico

Ho scelto il Dr. Filippini in quanto chirurgo conosciuto nella zona dove abito.

Dopo la visita sono uscita soddisfatta per quanto mi era stato spiegato e tranquillizzata sui dubbi che, normalmente, si hanno quando ti viene proposta un intervento di protesi d’anca totale.

Avevo solo un’ultima paura da affrontare: l’anestesia generale… e se dopo l’operazione non mi sveglio? Dopo la visita con l’anestesista mi sono completamente rasserenata; avrei fatto l’operazione in anestesia spinale.

Dal giorno dell’intervento è stata una rapida escalation… sono ritornata nella stanza euforica, contenta di come era andata, della soddisfazione del Dottore. Mi sentivo piena di forze e cosa più importante non sentivo alcun dolore. Il secondo giorno post intervento ero già in piedi solo con l’uso delle stampelle, mi muovevo in piena autonomia senza le infermiere. Sono uscita dalla clinica dopo 5 gg per trasferirmi in un centro specializzato per la rieducazione dove sono rimasta per 3 settimane.

Ritornata a casa, dopo questo periodo di “vacanza”, ho ripreso le mie abitudine, la gestione della famiglia, della casa, a guidare a macchina e …. anche il lavoro.

Oggi, a distanza di 8 mesi, sono completamente soddisfatta della scelta fatta, sento la protesi mia, una parte di me che si è integrata perfettamente e mi consente di rifare tutto forse anche meglio di prima.

P.S. Riesco a mettermi anche lo smalto alle unghie dei piedi sola soletta

Francesca Di L. - 7/12/2016 tramite Facebook

Un grande professionista a cui sarò sempre grata.

Franca C. - 7/12/2016 tramite Facebook

Complimenti professore !!! Siete un grandissimo professionista bisogna dirlo a voce alta all’intera umanità

‎‎‎Antonella F. - 25/1/2017 tramite Facebook

Sono passati due anni dall’intervento e non passa giorno che io non ringrazi lei dottore Paolo Filippini e la sua professionalità!

Luana L. - 6/6/2017 tramite Facebook

Operata tra le sue prime pazienti… davvero un gran dottore… mani d’ORO… davvero davvero grazie infinite

Lisa Stefania R. - 07/06/2017 tramite Email

La ringrazio di cuore per aver operato benissimo mio papà, che ha ritrovato l’indipendenza perduta. La ringrazio nuovamente per tutto. I miei più cordiali saluti

Marius D. B.‎ - 14/03/2018 tramite Facebook

L’esperienza avuta con lei mi conferma che siete il migliore… grazie

Tony B.‎ - 07/07/2018 tramite Facebook

Sono stato operato 6 anni fa, all’ospedale di Cento, (FE), con protesi a tutte due le anche e femore. Tutto va alla perfezione.

Hai dolore all'anca o al ginocchio?

Chiedi informazioni al Dr. Filippini

Contattaci ora